THE FEAR E' ANCHE SU


EC Comics - I racconti dalla Cripta

I fumetti sono sempre stati considerati delle pubblicazioni di poco conto, adatte a un pubblico di massa e senza troppe pretese intelletualistiche. Niente di più sbagliato! Il fumetto, è bene sottolinearlo, è una vera e propria forma d'arte capace di divertire, ma anche di far riflettere tanto. Non sono un caso la valanga di film tratti dai fumetti prodotti negli ultimi anni.
Gli EC Comics occupano un posto di tutto rispetto nel panorama fumettistico mondiale. Senza questi fumetti probabilmente gente come S.King, G.Romero, J.Carpenter e tanti altri avrebbero imboccato altre carriere. Il periodo di diffusione degli EC sono gli anni cinquanta, periodo certamente difficile per una testata decisa a pubblicare storie horror. L'editore, il coraggioso William Gaines, aveva le idee chiare in proposito: l'orrore andava mostrato! Fino a quel momento sia i film che le serie tv e i pochi fumetti che affrontavano l'argomento si tenevano ben lontani dal mostrare troppo, preferendo un horror suggerito e d'atmosfera. Gaines punta dritto a quello che invece tutti, in fondo, volevano: vedere. Così, insieme al grandissimo sceneggiatore Al Feldstein e a una schiera di disegantori abilissimi tra iquali Jack Davis, Graham Ghastly Ingles,G.Evans, inizia la pubblicazione di volumi periodici dai titoli avocativi quali: Tales from the Crypt, The vault of horror, The haunt of fear (e Weird science, per la fantascienza), ricchi di storie dell'orrore introdotte da tre personaggi grotteschi e carichi di umorismo nero chiamati: The Crypt keeper (Il guadiano della cripta), The Vault keeper (Il guadiano del sepolcro) e The Old witch (La vecchia strega). Le storie hanno come protagonisti vampiri, lupi mannari, zombi e quanto altro fa parte del mondo dell'orrore, e sono accomunate da una morale ferrea nella quale il male prodotto dall'uomo viene punito dal male soprannaturale. Il tutto viene condito (ed è quello che i benpensanti dell'epoca non capirono) da un forte dose di ironia e umorismo nero. In men che non si dica i fumetti andarono a ruba e i ragazzini impazzivano di gioia perchè finalmente potevano assaporare con gli occhi ciò che la loro fantasia aveva fino ad allora solo immaginato: cadaveri putrefatti, uomini tritati, tradimenti puniti nella peggior maniera, necrofilia e tanto altro rappreserntati sulla carta con estrema chiarezza.
Le storie dei fumetti Ec, raccolte solitamente in quattro episodi per volume, venivano rappresentate in poche pagine ma l'effetto di suscitare orrore con colpi di scena finali teglienti come lame era assicurato. I fumetti di Gaines fecero scuola, e non solo alla futura orda di fumettisti ribelli, ma anche ad artisti di grande calibro come Stephen King (grande divoratore degli Ec) Romero e di tanti altri creatori di incubi di quella generazione.
Segue Back Speciali Back Home



Google

www.thefear.it - Il portale dell'horror
Sito creato nel 2008. Thefear.it non risponderà di eventuali atti illeciti commessi dalle opere pubblicate. I supporti grafici e i testi di questo sito sono protetti da copyright, ogni utilizzo anche solo parziale di questi documenti, senza l'esplicito consenso del Webmaster, è punibile dalla legge. © 2008 Sergio Di Girolamo