THE FEAR E' ANCHE SU

Christopher Lee
Ci sono uomini che scrivono la storia. Succede in tutti i campi, da quello scientifico, religioso, politico per citarne alcuni fino, ovviamente, a quello artistico. In quest'ultimo settore questi uomini sono definiti star o icone. La loro faccia è sinonimo di qualcosa di indelebile e subito riconoscibile. Christopher Lee è un icona horror, il cattivo per eccellenza e, a proposito di vilain, bisogna certamante citare il nome di Dracula il principe delle tenebre, personaggio interpretato dall'attore miriadi di volte (ma non sempre amato, a un certo punto infatti quella mascherà cominciò a stancare Lee che decise di non impersonare il più famoso vampiro di tutti i tempi). In effetti Christopher Lee è più della maschera di Dracula. Ha lavorato in più di duecento film, quasi sempre nel ruolo di cattivo, e con registi bravissimi, spesso artigiani geniali del cinema d'altri tempi come Mario Bava o Terence Fisher , ma anche con autori di grandi produzioni come Peter JacksonTim Burton, Martin Scorsese  per menzionarne solo alcuni.
Christopher Lee nasce a Londra il 27 maggio 1922 e muore nella capitale inglese il 7 giugno 2015. Suo padre fu ufficiale dell'esercito britannico e nipote di un politico italiano. La madre anche lei imparentata con degli italiani, fu una famosa bellezza del periodo edoardiano spesso ritratta da pittori inglesi famosi quali Sir John Lavery, Oswald Birley, Olive Snell e dalla scultrice Clare Frewen Sheridan. I suoi genitori divorziarono quando Chris era molto giovane e la madre lo portò insieme alla sorella Xandra in Svizzera. Quegli anni furono difficili per la famiglia Lee e il giovane Christopher dovette lavorare in un chiosco di fonduta per guadagnare denaro per la sua famiglia. Nel frattempo si iscrisse alla Miss Fisher's Academy in Wengen, per studiare recitazione. Il suo primo ruolo, quasi un segno del destino, nei panni di un cattivo, Tremotino, in un adattamento teatrale della fiaba dei Fratelli Grimm.Tornato a a Londra Christopher frequenta la Wagner's private school completando gli studi al Wellington College, dove vinse una borsa di studio. Dal 1939 si presta volontario nelle forze armate finlandesi e neglii anni della seconda guerra mondiale servì la Royal Air Force e il servizio di spionaggio inglese. Dopo questi anni burrascosi Christopher Lee debutta nel 1948 nel film Il mistero degli specchi di Terence Young, futuro regista della Hammer Production, quasi un predestinazione. Prima di sfondare nel cinema interpreta un trentina di pellicole di taglio storico e d'azione. Poi la svolta. L'incontro con i fondatori della casa di produzione horror più famosa di sempre: la Hammer production, capace di rilanciare in maniera molto più "succosa" i personaggi storici del genere horror e che utilizzeranno tantissimo Christopher Lee al punto che il suo volto sarà sinonimo di produzioni Hammer (insieme ad un'altro grande attore inglese Peter Cuching). Si inizia con il primo capolavoro della casa di produzione La maschera di Frankenstein del 1956 in coppia col rivale cinematografico per eccellenza e grande amico Peter Cushing. In questa nuova versione di Frankenstein, Lee interpreta la creatura, una sorta di zombie mal cucito che non parla e infatti grande risalto viene dato al cinico dottore Frankenstein. Per passare decisamente alla ribalta Lee deve aspettare solo due anni. Dracula il vampiro del 1958 è la peliccola che lo lancia nell'olimpo del cinema specialmente quello di genere horror. La caratteristica di questo vampiro rispetto a quelli del passato (soprattutto a leggendario conte di Bela Lugosi) è il fatto di essere più sanguinoso, e più carnale. Del resto è la parola d'ordine della Hammer: mostrare di più. E finalmente il vampiro, attraverso l'interpreatzione di Lee, mostra canini aguzzi rivoli di sangue e una ferocia animalesca che trova il massimo compiacimento nei morsi alla giugulare di donne dalla procaci forme, messe in mostra attraverso scollature vertiginose. Quindi tutto più esplicito per lo sgomento dei benpensanti dell'epoca. Da quel momento in poi questo vamprio demoniaco e di poche parole, statuario e dalla forte carica erotica, interpretato da Christopher Lee diviene un must, un punto di non ritorno per molte delle figure di vampiri a venire e il nostro verrà chiamato ancora undici volte per interpretare questo ruolo (spesso dalla Hammer). Ecco quali sono i titoli:
Dracula, principe delle tenebre (Dracula: Prince of Darkness), regia di Terence Fisher (1966)

Le amanti di Dracula (Dracula Has Risen from the Grave), regia di Freddie Francis (1968)

Il conte Dracula (Count Dracula), regia di Jesús Franco (1969)

Cuadecuc, vampir, regia di Pere Portabella (1970)

Una messa per Dracula (Taste the Blood of Dracula), regia di Peter Sasdy (1970)

Controfigura per un delitto (One More Time), regia di Jerry Lewis (1970)

Il marchio di Dracula (Scars of Dracula), regia di Roy Ward Baker (1970)

1972: Dracula colpisce ancora! (Dracula AD 1972), regia di Alan Gibson (1972)

I satanici riti di Dracula (The Satanic Rites of Dracula), regia di Alan Gibson (1973)

Vem var Dracula?, regia di Calvin Floyd (1975)

Dracula padre e figlio (Dracula père et fils), regia di Edouard Molinaro (1976)

Segue Speciali Back Home



Google
www.thefear.it - Il portale dell'horror - Sito creato nel 2008 - © Sergio Di Girolamo
info@thefear.it