THE FEAR E' ANCHE SU

Acqua Buia
Autore: Joe R. Lansdale
Anno di pubblicazione:2012
Trama:
 
La giovane Sue Ellen e la sua amica di colore Jinx ritrovano May Lynn, una loro coetanea, annegata nel fiume Sabine, con i piedi legati a una macchina da cucire. Mary Lynn aveva sempre desiderato diventare un attrice e andare a Hollywood per questo Sue Ellen Jinx e il loro amico Terry decidono di bruciare il corpo e portare le ceneri fino alla mecca del cinema. Intraprendono così un viaggio avventurono dove dovranno superare mille difficoltà.

Recensione:Profondo sud americano, è lì che si svolgono le vicende di questa storia. Siamo nel Texas degli anni 30, periodo di grande depressione. Non ci sono soldi, non c'è cibo, le case sono formate da quattro assi di legno, il razzismo impera sovrano e mancano i veri valori umani: ciò che abbonda è la violenza. C'è però anche un refolo di speranza, una scintilla che può ancora accendere un fuoco. Il sogno di May Lynn di cambiare corso alla propria struggente esistenza e la vera amicizia tra adolescenti, molto più maturi e sensibili dei grandi, poi c'è l'amore di una madre per la propria figlia, quindi voglia di riscatto. Riscatto che si può ottenere attarverso un viaggio nel fiume Sabine che ti può portare via dalle cose oscure.
Il clima del libro è decisamente quello delle storie scritte da Mark Twain con una spruzzata dello Stephen King dei racconti sugli adolescenti. Ma lo scrittore texano Joe R. Lansdale ha dalla sua uno stile inconfindibile, sempre venato da un'inesauribile sfumatura pulp, dove le immagini più crude sono condite con dosi massicce di macabra ironia. Sono tanti i momenti divertenti grazie a personaggi assolutamente stralunati e improbabili (la vecchia del bosco, il reverendo) e tanti anche i momenti macabri, ai limiti dell'horror (la vicenda di Skunk, la rivelazione di Terry) su tutto l'abilità dello scrittore texano di mantenere alto il ritmo e l'interesse attraverso una scrittura fluida ed evocativa. Ovviamente Lansdale ci descrive luoghi e persone che conosce essendo lui originario del Texas e quindi cresciuto ascoltando queste storie. Del resto gli scenari tipici dei libri di Lansdale sono questi. Luoghi assolati dove quando meno te lo aspetti può succedere di tutto, anche che un cinema si trasformi in un apocalisse a cielo aperto (La notte del Drive In) oppure che improbabili detective si ritrovano a spaccare ossa e impallinare teste nel bel mezzo di cittadine senza padrone(La serie su Hao e Leonard).
Joe R. Lansdale infatti ha un naturale lato selvaggio che gli viene, come detto, dal sangue texano che gli scorre nelle vene, ma da grande scrittore qual'è sa anche proporre spunti di riflessione delicati e creare anche momenti di commozione pura. Anche in Acqua Buia questa commistione avviene e ci sono grandi pagine sul valore dell'amicizia che hanno come protagonista i pensieri e i dialoghi della protagonista Sue Ellen, ragazzina che impara sulla propria pelle a superare il dolore e le difficoltà e a vedere il mondo ancora con gli occhi dell'innocenza. Che dire di più se non che è un libro assolutamente da leggere per farsi trascinare il cuore e la mente verso scenari forse ormai tramontati ma poi in fondo ancora molto attuali, perchè di acque buie nel mondo ce ne sono ancora parecchie...
©Sergio Di Girolamo
Back Libri Back Home
 



Google
www.thefear.it - Il portale dell'horror - Sito creato nel 2008 - © Sergio Di Girolamo
info@thefear.it