THE FEAR E' ANCHE SU

DYLAN DOG HORROR DAY
Per festeggiare i trent’anni di vita editoriale di uno dei personaggi più importanti del panorama fumettistico italiano creato nel lontano 1986 da Tiziano Sclavi, Sergio Bonelli Editore è lieta di invitare i fan e tutti gli appassionati al Dylan Dog Horror Day. Un sorta di revival dei mitici Dylan Dog Horror Fest che nei primi anni di vita dell'indagatore dell'incubo hanno radunato migliaia di appassionati e soprattutto personaggi famosi del mondo dell'horror in quel di Milano. Appuntamento anche adesso nel capoluogo lombardo, il 26 settembre. Lì sarà possibile incontrare gli autori di Dylan Dog, e partecipare alla zombie walk in un pomeriggio da incubo al The Space Cinema Odeon, il tutto organizzato in collaborazione con Studio Universal.Dalle 16.00, presso Piazza del Liberty, l’associazione teatrale Zombie Inside sarà pronta a trasformare in zombie i fan di Dylan Dog che vorranno partecipare alla marcia. Capitanata da Dylan Dog in persona, la camminata partirà da Piazza del Liberty, proseguirà in Corso Vittorio Emanuele e in Piazza Duomo per poi terminare presso il The Space Cinema Odeon dove avverrà la proiezione di uno dei film preferiti dell’indagatore dell’incubo: La notte dei morti viventi di George A. Romero, insieme, in anteprima assoluta, al documentario Dylan Dog – 30 anni di incubi. L’ingresso all’evento, gratuito fino a esaurimento posti, sarà consentito a tutti coloro in possesso dell’albo Dylan Dog n. 360, Reminghton House. Durante l’evento sarà possibile incontrare gli sceneggiatori e i disegnatori della scuderia Bonelli che hanno reso Dylan Dog un mito senza tempo. Ma non è tutto: durante la tappa della zombie walk in Piazza Duomo, verrà realizzato il primo frontespizio live della storia di Dylan Dog. Uomini e zombie ricreeranno dal vivo l’iconica immagine di Dylan Dog ispirata al Quarto Stato di Giuseppe Pellizza da Volpedo che per quasi trent’anni è stata il frontespizio degli albi della serie. I festeggiamenti continueranno il 29 settembre con l’arrivo in edicola del n.361, Mater Dolorosa, storia a colori di Roberto Recchioni e Gigi Cavenago. E poi il n.362, Dopo un lungo silenzio (dal 29 ottobre in edicola), che segna l’atteso ritorno di Tiziano Sclavi alla sceneggiatura. In attesa di questo splendido evento sotto un servizio sui Dylan Dog Horror Fest che furono.
(20/Set/16)


RAW di Julia Ducournau
Raw è un film cattivo, nel senso che è uno di quelli che fanno star male, almeno a giudicare dalle notizie che vogliono gente svenuta al cinema e trasportata in ospedale al Toronto Film Festival. Troppo lo shock provocato dalla pellicola diretta dalla regista e scenggiatrice francese Julia Ducournau, capace attraverso delle scene al limite della sopportazione visiva di parlare di carne al sangue e cannibalismo. La storia: nella famiglia di Justine sono tutti veterinari e vegetariani. A sedici anni, Justine è una studentessa brillante e promettente ma, quando inizia la scuola di veterinaria, entra in un mondo decadente, spietato e pericolosamente seducente. Durante la prima settimana di riti iniziatori, si allontana disperatamente dai principi familiari e mangia carne cruda per la prima volta in vita sua. Presto, dovrà confrontarsi con le terribili e inaspettate conseguenze del gesto mentre la sua vera natura comincia venire a galla. Per farsi un'idea di Raw, (conosciuto anche come Grave) i produttori hanno rilasciato dei video con spezzoni del fim, non ci sono vere e proprie scene cruente ma si può capire il clima che si respira nella pellicola dove lì si la carne al fuoco è tanta... uomo avvisato...mezzo mangiato!
(20/Set/16)



EDGAR ALLAN POE di Dino Battaglia
Quando l'arte di due grandi geni viene a contatto non si può che esultare. Si deve esultare anche quando le case editrici del nostro paese sono attente a pubblicare opere partorite da unioni di questo genere. Di questi tempi non sempre gli addetti ai lavori del settore si dedicano con passione e attenzione alla scelta delle opere da pubblicare. Per questo molti autori italiani ma anche stranieri vengono ignorati e produzioni importanti rimangono occultate alla popolazione nazionale che ha tanto bisogno di buone letture. Faccio questa premessa per elogiare il lavoro della Nicola Pesce Editore (NPE) che ha il pregio di essere sensibile all'arte pura, proponendo opere importanti, spesso classici senza tempo, come il volume che mi appresto a recensire. Dicevo sopra che è sempre una bella notizia quando due artisti coniugano le rispettive doti creative. Con Edgar Alla Poe di Dino Battaglia...leggi tutto l'articolo
(17/Set/2016)

 

The Witch

A Venezia...
un dicembre
rosso Shocking

These Final
Hours

Possession

La storia
di Lisey

Lost Themes
   
   
 
 
 
 
 



Google
www.thefear.it - Il portale dell'horror - Sito creato nel 2008 - © Sergio Di Girolamo
info@thefear.it