THE FEAR E' ANCHE SU


Regia
Lucky Mckee
Sceneggiatura
Jack Ketchum, Lucky McKee
Produzione
Robert Tonino, Andrew van den Houten
Cast
Pollyhanna McIntosh, Sean Bridgers, Angela Bettis, Lauren Ashley Carter
Valutazione


The Woman (USA 2011)
Durante una battuta di caccia, Chris, il capofamiglia di una classica e solo apparente happy family americana, vede una donna dall’aspetto selvaggio: la cattura, la porta nella cantina di casa dove la tiene legata, la mostra ai famigliari come se fosse un trofeo di caccia mentre le sue reali intenzioni sono di ben altra natura, ovvero dare sfogo alle sue manie misogino-violente già messe in atto con le donne di casa. L'unico che gli darà man forte sarà suo figlio Brian fedele discepolo del padre...

Un piccolo gioiellino horror, ecco come si può definire il film di Lucky MacKee. Piccolo perchè girato a basso budget, cosa che però non toglie nulla al risultato finale perchè quando dentro a un progetto c'è ispirazione e bravura il cinema insegna che poi vengono fuori capolavori. Forse The Woman non lo è ma certamente si classifica come un film molto oltre la media dei prodotti degli utlimi anni. I meriti vanno equamente distribuiti. Lucky Mc Kee, al suo terzo lungometraggio, ormai si conferma autore solido su cui si può contare. L'estro creativo del regista si sviluppa attraverso inquadrature spesso evocative ( i pimi piani della donna bestia) e originali, poi riesce a dare un tono dissacratorio a tutta la pellicola dove non manca mai, come si è visto nei suoi precedenti lavori, una linea ironica abbastanza marcata che si fonde perfettamente con un violenza a volte brutale. Non dimentichiamoci infatti che alla prima proiezione del film al Sundance film festival molti spettatori uscirono indignati dalla sala accusando il regista di misogninia. In realtà nulla di tutto ciò, anzi il contrario, perchè il film è una critica feroce al maschilismo dominante e contemporaneamente una riflessione estremamente critica della "ipotetica" happy family americana (del resto a farne le spese alla fine sono proprio i maschi). Certo le scene sono forti, non solo quelle splatter ma anche quelle dove vengono mostrati i diversi trattamenti che il padre padrone elargisce alle donne di casa ma, sopratutto, alla nuova arrivata, trattata proprio come un animale (notevole la scena dell'idrante). Ma dicevamo della bravura del cast. Gli attori sono in formissima; in primis Pollyhanna McIntosh, perfetta nel ruolo della donna bestia selvaggia e sessuale al punto da attrarre le "attenzioni" del capofamiglia. Ottimo anche il protagonista maschile Sean Bridgers che riesce a creare la maschera perfetta di uomo infido e misognino idolo del figlio che presto ne ricalca le orme con diverse bravate violente. Brave anche Angela Bettis che interpreta perfettamente il ruolo della madre sottomessa così come è perfetta Lauren Ashley Carter nel ruolo della figlia adolescente segetamente incinta. Scene evocative ce ne sono a iosa ma una su tutte è quella del dito staccato a morsi. Nella sequenza la donna bestia stacca un dito a Chris e ne sputa la fede nella pozza di sangue che intanto si è andato formando ai suoi piedi. Il dito viene divorato dalla donna che con un' accenno di riso allusivo ci fa capire come il matromino dell'uomo è in effetti un totale fallimento. Il film è politicamente scorretto e nelle sequenze finali esplode tutta la violenza che lo spettatore si aspetta. La donna bestia, liberata dalle catene si vendica di tutte le torture subite in modo selvaggio. Non mancano anche delle sorprese finali che stuzzicheranno la mente dello spettatore e una sequenza conclusiva che potrebbe dare adito a un seguito. Forse non ci sarà mai ma The Woman rimane un film godibilissimo che non annoia in nessun momento, cosa rara di questi tempi, confermando il talento di un regista che sicuramente continuerà a far parlare di se.
©Sergio Di Girolamo
BackCinema BackHome

 
 



Google
www.thefear.it - Il portale dell'horror - Sito creato nel 2008 - © Sergio Di Girolamo
info@thefear.it