THE FEAR E' ANCHE SU


Regia
Robert Rodriguez
Sceneggiatura
Robert Rodriguez
Produzione
Robert Rodriguez, Quentin Tarantino, Elizabeth Avella
Cast
Rose McGowan, Naveen Andrews, Electra Isabel Avellan, Elise Avellan
Valutazione

Planet Terror (USA 2007)
Un'arma batteriologica composta da un gas tossico sfugge al controllo dell'esercito e infetta la popolazione di un paese del texas trasformandola in zombie. Una ballerina di lap dance viene aggredita da un gruppo di infetti che le strappano una gamba. Incontrato il suo ex boyfriend, insieme a un gruppo di personaggi variegati, cercherà di vendere cara la pelle difendendosi grazie a un mitragliatore montato al posto della gamba.


Viva il cinema di serie B! Slogan che sicuramente Robert Rodriguez e il suo fratello di "sangue" Quentin Tarantino approvano gioiosamente. Planet Terror, secondo episodio dell'esperimento GrindHouse, è un omaggio proprio a quel tipo di cinema diffuso negli anni settanta, caratterizzato da pellicole senza troppe pretese morali, stracolme di eccessivi effetti speciali e rigorosamente condite con una buona dose di sesso. L'esperimento del duo funziona anche se in parte. Sicuramente l'episodio più funzionale nelle sue intenzioni è proprio Planet Terror. La voglia del regista di omaggiare il cinema da Grindhouse è talmente palese che viene ricreata perfettamente la fotografia di quei film compresi i classici effetti da pellicola rovinata e audio sfalsati. La storia ci mostra personaggi assolutamente irreali, fumettistici, dal lessico sporchissimo e dalle battute sempre pronte, i cattivi sono cattivi e i buoni sono anche più spietati. La sarabanda di corpi mutilati, di sangue, di frattaglie varie è ineasauribile. Il duo Nicotero-Berger da veramente il meglio di se facendo venire allo spettatore più volte il voltastomaco. Gli attori sono abbastabza bravi, su tutti la splendida Rose Mc Gowan che, anche priva di una gamba, fa la sua bella figura. Ci sono anche delle partecipazioni speciali, Tom Savini è un polizziotto scapestrato, lo stesso Tarantino fa la parte di un soldato sessualmente perverso e c'è anche Bruce Willis nel ruolo di un militare senza troppi scrupoli. Il film, come detto, cerca di ricreare l'atmosfera dei GrindHouse e ci riesce in parte. Forse perchè in fondo Rodriguez calca anche troppo la mano propronendo più splatter di quanto quei film contenessero a discapito di una trama e una sceneggiatura magari un pò più completa; ma è un aspetto trascurabile che non rovina comunque il risultato finale.
©Sergio Di Girolamo
BackCinema BackHome

 
 



Google
www.thefear.it - Il portale dell'horror - Sito creato nel 2008 - © Sergio Di Girolamo
info@thefear.it