THE FEAR E' ANCHE SU


Regia
Andreas Marschall
Sceneggiaura
Andreas Marschall
Produzione
Anolis Entertainment
Cast
Michael Balaun, Lucyna Bialy, Lisa Blaschke, Franziska Breite
Valutazione

Masks(Germania, 1980)
Una ragazza decide di partecipare a uno dei corsi di recitazione in una delle più rinomate scuole d’arte tedesche. Ma all’interno della scuola accadono strane sparizioni. Che cosa sta succedendo in realtà nella scuola? E cos’è in realtà il “metodo Gdula”?                      

Questo film proveniente dalla Germania è veramente formidabile. Tutto ruota intorno ad una scuola di teatro dove s’iscrive la protagonista della storia. Qui c’è una stanza segreta, dove ad alcune fortunate viene insegnato un misterioso metodo di recitazione, il “metodo Gdula” (ovviamente a base di sevizie), dal nome del suo ‘inventore’ che morì suicida (ovviamente tale metodo è stato inventato). È altrettanto ovvio che la suddetta ragazza sarà una fra le prescelte per imparare il nuovo metodo di recitazione. Da queste poche righe si capisce che i debiti verso il cinema italiano e soprattutto verso Dario Argento, quello che fu, sono molti (a chi non è venuto in mente Suspiria leggendo la trama del film è pregato di terminare la lettura di questa recensione e vedersi, per punizione, almeno cinque volte il suddetto film), ma non solo a livello di soggetto (che qui si risolve in modo razionale senza chiamare in ballo il fantastico) ma anche a livello di inquadrature e di uso di luce e colori. Lo stesso regista ha ammesso di essersi ispirato a Dario Argento e Mario Bava. Nonostante poi la sua nazionalità (chi conosce un po’ il cinema underground tedesco, sa che i registi locali vanno a nozze con scene particolarmente eccessive e truculente), il film non è eccessivamente splatter ma cerca di basarsi più sull’atmosfera e sulla creazione della tensione. Permettetemi una nota sul cast, la maggior parte formato da attrici, assai discrete nella loro prova recitativa, ma molti più appariscenti per le loro doti fisiche (anche se volete sapere una cosa? Io il film l’ho visto con l’attrice protagonista seduta davanti, beh devo dire che nel film era molto più affascinante che vista di persona), e pertanto il regista non si è fatto mancare qualche siparietto erotico. CURIOSITÀ Il film ha vinto l’edizione 2011 del “Ravenna Nightmare Festival 2011” come “special mention”. Questo è il quinto lungometraggio del regista Andreas Marschall (escludendo un documentario a inizio carriera).
©Daniele Lombardi
BackCinema BackHome

 
 



Google
www.thefear.it - Il portale dell'horror - Sito creato nel 2008 - © Sergio Di Girolamo
info@thefear.it