THE FEAR E' ANCHE SU


Regia
Rob Zombie
Sceneggiatura
Rob Zombie
Produzione
Dimension Films
Cast
Sheri Moon Zombie, Scout Taylor-Compton, Tyler Mane, Malcolm McDowell, Brad Dourif
Valutazione









Halloween II (USA, 2009)
Tutto sembra tornato alla normalità…. Laurie è portata in ospedale, insieme al dottor Loomis e ad Annie. Il cadavere di Michael Myers è portato in obitorio ma l’ambulanza ha un incidente e il corpo scompare. Il tempo trascorre, Laurie continua ancora ad avere incubi sulla terribile avventura vissuta l’anno precedente. Il dottor Loomis si è rimesso in sesto ed è pronto a pubblicare il suo nuovo libro su Michael Myers. Mentre Michael Myers è sempre vivo e vaga nei boschi come un vagabondo, ma Halloween si avvicina. Michael Myers compierà una nuova strage? Chi salverà questa volta Laurie?

Quando sono andato a vedere Halloween 2 di Rob Zombie al cinema, ci sono rimasto veramente male: mi è parso un film molto piatto e noioso (a parte la prima mezz’ora ambientata in un ospedale che ricalca l’analoga scena del seguito ufficiale di Halloween – la notte delle streghe), poi, ricordando anche il nome del regista che l’ha diretto, mi è sembrato ancora più brutto. Poi qualche giorno fa scopro che esiste la versione director’s cut e vi assicuro che le cose cambiano (vedi CURIOSITÀ). Il film, come tutti voi spero sappiate, è il seguito di Halloween – the beginning remake dell’omonimo film del 1978 diretto di John Carpenter. Il film continua a raccontare la storia dei personaggi presentati nel primo e ben conosciuti da tanti amanti dell’horror. E la maggior pecca per me sta proprio nella caratterizzazione dei personaggi principali che sono completamente snaturati: Michael Myers, l’ombra della strega, diventa un barbone che dopo un anno dal massacro precedente decide di tornare ad ammazzare le persone, oltretutto le sue azioni sono adesso guidate dalla visione della madre morta (Sheri Moon Zombie che in qualche modo doveva tornare nel film del marito). Poi c’è Laurie Strode, che quando scopre di essere la sorella di Michael Myers, va fuori di testa, ha le visioni del fratello e infine, dopo che è rimasta inerte per tutto il film (ATTENZIONE SPOILER), uccide il fratello e viene rinchiusa in manicomio (anche Laurie Strode/Jamie Lee Curtis finisce in manicomio ma lei perché ha ucciso un innocente, vedere Halloween il ritorno). Ma il personaggio che subisce l’evoluzione più negativa è il dottor Loomis. Il personaggio, quasi inutile all’economia del film, è diventato un cinico arrivista cui interessano solo i soldi che alla fine si vuole redimere ma viene ucciso da Michael Myers (la sua ennesima vittima senza senso), destino più che meritato. Parlando della trama del film, quest’ultima è veramente risibile (come tutti gli slasher, d’altronde), ma questa risulta in alcuni tratti veramente incoerente. Un esempio per capirci: Michael Myers prima va a casa di Annie la uccide, poi va al rave-party, uccide l’amica di Laurie (che nel frattempo è tornata a casa di Annie con la macchina) ritorna anche lui lì e assale Laurie. Niente male per un essere umano (anche se sciroccato): super resistenza, immortalità, forza superiore alla media e anche super velocità. Che cosa si salva in questo film? La scena iniziale con Laurie all’ospedale, veramente terrificante, ma quando Laurie torna a casa c’è un enorme tempo morto, prima di arrivare alla mattanza finale. E anche alcuni omicidi non sono niente male, abbastanza cruenti come piacciano a Rob Zombie.

CURIOSITÀ di questo film esiste anche la versione director’s cut che sono riuscito a recuperare e indovinate che cosa è successo? Scopro che il montaggio di Rob Zombie migliora la pellicola in maniera incredibile: il film non solo scorre meglio ma capiamo finalmente cosa è successo alla psiche di Laurie, i suoi rapporti con gli altri (soprattutto con Annie), i perché della sua lenta discesa nella pazzia (insomma non impazzisce di colpo come nella versione ufficiale). Il personaggio del dottor Loomis ha un maggior rilievo e non è solo l’ennesima vittima senza senso di Michael Myers, e Michael è meno speciale: ci mostra il suo volto in una scena (mentre in un’altra s’intravede), dice una parola. E anche il finale è diverso, con la morte definitiva di Michael Myers e Laurie cha fa da semplice testimone. Insomma questa versione pur partendo dalla stessa base dell’ufficiale è migliore. Infatti, si merita 3 teschi e mezzo Ci doveva essere anche un Halloween 3 ma pare che il progetto si sia stoppato. Meno male, perché, se lo dovevano fare coerente con i precedenti, l’assassino questa volta non doveva essere Michael Myers ma Laurie ormai completamente pazza. M’immagino che cazzata doveva venire fuori.
© Daniele Lombardi
BackCinema BackHome

 
 



Google
www.thefear.it - Il portale dell'horror - Sito creato nel 2008 - © Sergio Di Girolamo
info@thefear.it