THE FEAR E' ANCHE SU


Regia
Michael e Peter Spierig
Sceneggiatura
Michael e Peter Spierig
Produzione
Lionsgate
Cast
Ethan Hawke
Willem Dafoe
Isabel Lucas
Sam Neill
Valutazione


Daybreakers (USA,2009)
Una terribile malattia si è diffusa rapidamente in tutta la Terra, trasformando la maggior parte degli esseri umani in vampiri. La razza umana è ormai solo una piccola parte della popolazione mondiale e molti sono ridotti a cavie che in speciali conteiner vengono "allevati" per fornire sangue puro. Ma il sangue comincia a scarseggiare ed Edward Dalton, un vampiro e al tempo stesso un ricercatore che rifiuta di nutrirsi di sangue umano, sta cercando di creare un sangue artificiale che possa alimentare i vampiri ed al tempo stesso evitare l'estinzione della razza umana. La ricerca lo porterà a schierarsi con gli umani rifiutando decisamente la politica corrotta e arrivista delle istituzioni che premono per distruggere gli umani e per mettere in commercio un surrogato del sangue imperfetto ma lucrativo.

Daybreakers è sicuramente l'opera più matura dei fratelli Spierig che ci avevano provato col genere fantahorror già col mediocre Undead , pellicola infarcita di effetti speciali dalla sceneggiatura approssimativa e troppo debitrice delle prime opere di Peter Jackson. Con Daybrakers cambiano registro e, messo da parte un bel pò di umorismo pacchiano e limitate le scene assurde e gli effetti speciali invadenti (anche se in alcune sequenze si storce il naso per l'improbabilità delle azioni dei protagonisti) confezionano un prodotto più che dignitoso mostrandoci una realtà d'incubo che vede il mondo padroneggiato dai vampiri. Come gli esseri umani che furono un tempo, essi conducono un normale vita tra famiglia e lavoro con la differenza che svolgono tutte le loro attività dal tramonto all'alba e a tavola si beve sangue al posto del vino. Una realtà alla rovescia dove gli umani vengono allevati e spremuti fino all'ultima goccia di sangue che per'altro scarseggia. Ciò provoca un imbarbarimento in molti vampiri spinti a bere il sangue dei propri simili. Questo fatto determina una mutazione mostruosa e molti soggetti assumono la forma di grossi pipistrelli violenti. A questo cerca di porre rimedio Edward Dalton un ematologo vampiro interpretato da un bravo Ethan Hawke che soffre la sua condizione e vorrebbe trovare il modo di convivere con i pochi esseri umani superstiti. Il film parte alla grande, la fotografia in particolare è molto cupa alcune scene splatter sono ben realizzate e il ritmo è buono almeno fino alla parte finale dove alcune soluzioni narrative sono troppo approssimative e certe scene si concludono troppo velocemente. C'è indubbiamente da dire che l'idea di un mondo invaso dai vampiri è tema ultrasfruttato, se pensiamo al libro Io sono leggenda di Richard Matheson e ai conseguenti film è evidente che i due registi non hanno sudato poi tanto per trovare il soggetto, rielaborandolo qua e la con qualche elemento sci-fi. Nonostante gli alti e bassi (tra i primi anche le performance recitative di Sam Neill e Willem Dafoe) sento di promuovere il film e il lavoro di due abili registi (creatori tra l'altro anche degli effetti digitali) che se continuano così faranno sicuramente parlare di se in futuro.
©Sergio Di Girolamo
BackCinema BackHome

 
 



Google
www.thefear.it - Il portale dell'horror - Sito creato nel 2008 - © Sergio Di Girolamo
info@thefear.it