THE FEAR E' ANCHE SU


Regia
Sdrijan Spasojevic
Sceneggiatura
Aleksander Radivojevi, Sdrijan Spasojevic
Produzione
Sdrijan Spasojevic
Cast
Srdjan Todorovic, Sergej Trifunovic, Jelena Gavrilovic, Katarina Zutic
Valutazione


A serbian film (Serbia 2009)
Un ex attore porno serbo riceve una cifra sproporzionata per interpretare un nuovo film porno; ma il contesto estremo della pellicola fa vacillare le sue certezze e l’attore decide, quindi, di abbandonare il set. Ci riuscirà? O alla fine abbandonerà i suoi principi?

“Il diavolo non è mai brutto come si dipinge.” Questo è stato il mio primo pensiero dopo la visione del film. Infatti, dopo aver letto i numerosi commenti su questo film, mi ero fatto l’idea che fosse solo una somma di zozzerie, di eventi talmente forti e addirittura immorali che chiunque l’avesse fatto doveva solo vergognarsi. Insomma era molto prevenuto e invece mi sono dovuto ricredere: il film ha una sua struttura logica, una trama degna di questo nome e un suo preciso ordine nello svolgersi delle scene (anche se alcuni eventi sono inverosimili a dire il vero). Insomma ha un suo perché e, se vogliamo, possiamo dire che ha anche una sua morale. Molto di più quindi che di altri Torture Porn (io tali film li considero una varietà di questo sottogenere, con tutte torture a base di sesso). Ma allora perché un voto così basso? Perché il regista considera gli elementi suddetti come un optional: c’è una sola cosa che gli interessa scioccare lo spettatore. È un male questo? No, se riusciamo a non cadere nel cattivo gusto e purtroppo in molte scene questo film non ci riesce. Potrei citare la scena del bambino appena nato e subito violentato (ma questo è solo l’apice del cattivo gusto) ma potrei anche accennare al sottotesto pedofilo mai completamente condannato. Infatti, se i dubbi del protagonista derivano proprio dalla presenza della bimba nel set del film porno, la scena in cui lui fa sesso orale con una donna e a tale immagine è accostata la bambina che lecca un cono gelato lascia senza parole. In definitiva, un film che non è per tutti i palati e che chiunque abbia intenzione di vederlo deve sapere che le scene disturbanti sono parecchie ma che si fermano lì, a film finito tutto scivola via, non lascia cicatrici.
Curiosità. Avete mai visto un cartone di MTV chiamato “Celebrity Death Match”, dove i divi si pacchiano fra loro fino a che uno dei due non muore? E lo scontro fra Tommy Lee e una star del porno americano (detto la “sfida fra gallinacci”) l’avete mai visto? Sì, bene perché c’è una somiglianza fra come Tommy Lee uccide la star del porno e come il protagonista di questo film uccide una sua vittima. Un caso?

Nota. La scena dello stupro dell’infante da più fastidio per l’idea che per com’è stata realizzata: si vede benissimo che l’attore tiene in mano un bambolotto.
© Daniele Lombardi
BackCinema BackHome

 
 



Google
www.thefear.it - Il portale dell'horror - Sito creato nel 2008 - © Sergio Di Girolamo
info@thefear.it