THE FEAR E' ANCHE SU


Regia
André Øvredal
Sceneggiatura
Ian Goldberg, Richard Naing
Produzione
42, IM Global, Impostor Pictures
Cast
Emile Hirsch,Brian Cox, Ophelia Lovibond, Olwen Kelly,Michael McElhatton
Valutazione


The Autopsy of Jane Doe (USA,2016)
Il cadavere di una giovane donna non identificata viene trovato semi sepolto nel seminterrato di una casa in cui si è verificato un cruento e misterioso pluri omicidio. Nella piccola cittadina dello stato di Virginia il medico legale Tommy Tilden porta avanti l’obitorio crematorio costruito e ampliato da generazioni sotto la casa di famiglia, assistito dal figlio Austin. Lo sceriffo consegna loro il corpo non identificato della ragazza per ricercare la cause della morte entro la mattina successiva. Quello che poteva essere un lavoro di routine si trasforma per i due in un incubo a occhi aperti...

Parto dal presupposto che uno degli ambienti più paurosi che esistano è l'obitorio. Noi fan dell'horror spesso amiamo tanto la paura rappresentata da orrori metafisici, mostri partoriti dalla mente, anche serial killer più o meno alternativi e fantasiosi, ma ci sono paure più concrete e reali che sono quelle che fanno davvero male. Ecco, trovarsi dentro a un obitorio magari per riconoscere un parente defunto non ha eguali in quanto a terrore e sofferenza. Per questo motivo già dalle prime inquadrature di Autopsy si viene ammantati da un terrore puro. Se poi ci si aggiunge tutto quello che avviente in un posto del genere: squartamenti, ossa segate, estrazione di organi, sangue e sostanze varie, che vengono mostrati in modo abbastanza dettagliato, allora i colpi allo stomaco aumentano irrimediabilmente. Ma un bravo regista deve anche sapere sfruttare una location di questa portata gestendo con abilità il crescere della tensione. Posso ben dire che André Øvredal riesce proprio in quest'intento. I momenti di suspence infatti sono ben bilanciati e più volte provocano allo spettatore salti sulla sedia. Un'altro punto a favore è anche il fatto di non dare troppe spiegazioni: chi è il cadavere e perchè il sangue prelevato risulta quello di una persona ancora viva? Cosa ci fa una pergamena del diciassettesimo secolo dentro lo stomaco? Domande a cui non si hanno risposte ma che possono far intuire qualcosa, stuzzicando la fantasia dello spettatore. Cadavere peraltro bellissimo (perdonate il termine), cui presta corpo l'affascinante attrice Olwen Kelly. Parlando di attori si può certamente affermare che sono abbastanza bravi, specialmente il veterano Brian Cox (il primo Annibal Lecter di celluloide). The Autopsy of Jane Doe è certamente una pellicola riuscita che accompagnerà le nostre notti (si spera con pioggia battente tuoni e lampi) bisognose di terrore.
©Sergio Di Girolamo
BackCinema BackHome

 
 



Google
www.thefear.it - Il portale dell'horror - Sito creato nel 2008 - © Sergio Di Girolamo
info@thefear.it