THE FEAR E' ANCHE SU


Regia
Rob Zombie
Sceneggiatura
Rob Zombie
Produzione
Dimension Films
Cast
Sheri Moon Zombie, Scout Taylor-Compton, Tyler Mane, Malcolm McDowell, Brad Dourif, Daeg Faerchi
Valutazione









Halloween - The Beginning (USA, 2007)
Il film narra dell’infanzia del piccolo Michael Myers e dello sterminio della sua famiglia avvenuto nella notte di Halloween. Inutili si sono dimostrate le cure del dottor Samuel Loomis e così, dopo alcuni anni, Michael Myers fugge dalla clinica psichiatrica dove era in cura per raggiunge l’unico membro della sua famiglia rimasto in vita: sua sorella minore (che adesso si fa chiamare Laurie Strode). Chi salverà Laurie dalla furia omicida di Michael Myers?

Il remake di un film come Halloween – la notte delle streghe era un’impresa non da poco. Il film del 1978 di John Carpenter (nome di per sé molto rilevante nel panorama horror) è, infatti, un film importante per la storia dell’horror (e fondamentale per quella dello slasher) che ha generato ben 7 seguiti e un numero imprecisato di cloni. Ma Rob Zombie ci riesce alla grande, aggiungendo al film di Carpenter una prima parte che ci mostra l’infanzia del giovane Michael (inventata di sana pianta degli sceneggiatori, che si allontana molto dai frammenti che si potevano intuire nella saga tradizionale). Il film di Rob Zombie è, infatti, diviso in due parti ben distinte: la prima, come ho già detto, ci mostra l’infanzia del giovane Michael Myers; quella cioè di un bambino disadattato con una famiglia disfunzionale (il patrigno violento e alcolizzato, la madre spogliarellista, la sorella maggiore che prende sempre in giro il fratello). Michael cova già in sé i semi della violenza, che sfoga seviziando e poi fotografando alcuni animaletti, e una notte di Halloween il bambino perde il controllo e si sfoga sulla famiglia. Passano gli anni, Michael è in manicomio e il dottor Loomis tenta di risolvere i suoi problemi ma il ragazzo si chiude sempre più in se stesso rimanendo sempre più insensibile agli stimoli provenienti dal mondo che lo circonda (sarà questo il segreto della sua super resistenza?) ma una notte scappa e la sera di Halloween decide di incontrare sua sorella minore che adesso è stata adottata dagli Strode e si fa chiamare Laurie (quest’informazione, però è fornita in Halloween 2- il signore della morte). E qui che inizia il remake vero e proprio del film di Carpenter, ed è sempre qui che il film mostra più il fianco perché adesso Rob Zombie deve correre per arrivare al finale mentre il film originale si distendeva per prendersi i suoi tempi. Ma anche in questo caso Rob se la casa egregiamente scegliendo la sua strada cioè estremizzare quel che John Carpenter aveva attenuato: le scene degli omicidi si fanno più cruente e quelle sexy più osé. E arriviamo al finale, Rob preferisce mostrare qualche minuto in più rispetto al finale dell’Halloween originale, non aggiungo altro per non creare spoiler. In definitiva considero questo film uno dei remake più riusciti, anche se la parte dal leone è la prima che descrive l’infanzia del piccolo Michael che mi pare rasenti la perfezione mentre quando entriamo nella seconda parte, ci si permette qualche difetto in più e in ogni caso non regge il paragone con l’originale (ma ammetto che posso essere io che sono un nostalgico). Viene anche perso l’aspetto (che sfuma già nel secondo capitolo della saga originale) abbastanza suggestivo di Michael Myers come “Ombra della strega". La canzone invece è rimasta.

CURIOSITÀ: di questo film esiste anche la versione director’s cut che sono riuscito a recuperare. Ma fra la versione ufficiale e quest’ultima non ci sono molte differenze. Rob Zombie ha eliminato alcune scene (fra cui quella a scuola di Tommy) ma ne ha aggiunte altre ex novo oppure ha cambiato il punto di ripresa. Fra le differenze più vistose un full frontal dell’attrice che interpreta Lynda Van Der Klok e un ulteriore approfondimento psicologico del piccolo Myers che rendono Michael più terreno ma, allo stesso tempo, mi rende più perplesso perché mi domando: ma la sua super resistenza da dove deriva? Concludo dicendo che è un tantino meglio la versione ufficiale.
© Daniele Lombardi
BackCinema BackHome

 
 



Google
www.thefear.it - Il portale dell'horror - Sito creato nel 2008 - © Sergio Di Girolamo
info@thefear.it