THE FEAR E' ANCHE SU

JOHN CARPENTER: NUOVO FILM?
Un nuovo film? “Certo, se è quello giusto. Non è escluso. Sto lavorando a un paio di idee. Adoro dirigere e adoro anche il panico che ne deriva.”
Sono le ultime dichiarazioni di uno dei registi fantahorror più importante di tutti i tempi, John Carpenter lontano dalla macchina da presa ormai da più di 8 anni quando diresse il buon horror The Ward con protagonista Aber Heard.In tutto questo tempo il regista americano non è certo rimasto con le mani in mano dedicandosi alla sua carriera da musicista, ottimi i due album Lost Themes I e II e producendo il nuovo Halloween di David Gordon Green, in uscita a ottobre. È inoltre stato recentemente annunciato che dirigerà almeno l’episodio pilota della serie Tales for a Halloween Night, adattamento dell’omonima graphic novel antologica. Sull'idea di tornare a un progetto tutto suo è probabile la voglia sia venuta durante la realizzazione del video musicale di Christine – La macchina infernale (che potete vedere sotto) dello scorso anno, diretto e interpretato proprio da Carpenter.

(23/Feb/18)

 

SHANDA'S RIVER di Marco Rosson
Emma è un’antropologa che si reca a Voghera, una piccola città nel nord Italia, per condurre uno studio sulle oscure leggende che ruotano intorno al fiume Shanda. Il fiume deve il suo nome a Shanda, una giovane contadina uccisa all’inizio del Cinquecento perché accusata di stregoneria. Quando Emma inizia ad indagare, rimane intrappolata in un sortilegio che la costringe a rivivere continuamente la stessa giornata: ogni volta si risveglia nella sua camera d’albergo alle 4:00 del mattino e ogni volta rivive l’orrore in cui è stata intrappolata. Scoprire la verità che si cela dietro la leggenda sarà l’unico modo per uscire da questo incubo.
Questa è la sinossi di Shanda's River ultimo lungometraggio del regista italiano Marco Rosson che nel mese di marzo verrà presentato ufficialmente anche in Italia dopo avere riscosso un buon successo di pubblico e critica all'estero. La pellicola è un horror indipendente realizzato a Voghera, e vincitore del prestigioso Los Angeles Film Award nella categoria Best Horror e del Tabloid Witch Award come miglior montaggio e migliore colonna sonora. Il film, si ispira alle pellicole degli anni Settanta e Ottanta dei maestri dell’ horror italiano come Argento, Fulci e Bava, e ha riscosso un discreto successo nei festiva internazionali vincendo 19 premi in tutto il mondo. Il regista Marco Rosson dichiara: Siamo molto soddisfatti di aver trovato una distribuzione seria che ci permetta di far uscire il nostro piccolo film indipendente anche in Italia. Shanda’s River è stato girato in soli nove giorni con un budget molto limitato (circa 7500 euro) e tutti i riconoscimenti ottenuti nei vari festival e l’aver trovato una distribuzione che ha creduto subito nel film, premiano il duro lavoro fatto. In estate è prevista un uscita Home Video e VOD anche negli stati uniti e in Canada con la distribuzione americana Wild Eye Releasing. L’edizione italiana in Dvd e Blu-Ray del film Shanda’s River sarà invece presentata al Cartoomics di Milano (www.cartoomics.it) domenica 11 marzo 2018 che si terrà presso la Fiera di Milano SS 33 del Sempione 28 Rho MI. Noi di TheFear abbiamo avuto l'onore di poter vedere in anteprima la pellicola. Se volete leggere la nostra recensione cliccate qui: http://www.thefear.it/cinema/shanda.html
Potete anche leggere l'intervista che abbiamo realizzato al regista Marco Rosson cliccando qui: http://www.thefear.it/interviste/intervista-marco-rosson.html

(6/Mar/2018)

 

HORROR: STORIE DI SANGUE, SPIRITI E SEGRETI di Dario Argento
Che Dario Argento non sia nuovo alla scrittura è cosa risaputa, all'inizio della sua carriera nel cinema il regista romano era un abile sceneggiatore anche molto richiesto (c'è la sua mano in C'era una volta il west di Sergio Leone) prima aveva lavorato anche come critico cinematografico in varie testate giornalistiche e ovviamente c'è la sua penna dietro i capovalori che ha girato nel periodo d'oro. Ma pubblicare dei libri in più di quarant'anni di carriera è cosa che è successa solo negli ultimi tempi. Sembra che Argento abbia deciso di mettere per un pò da parte la macchina da presa per la macchina da scrivere (e visti purtroppo i continui tonfi in campo cinematografico non è per niente una cattiva idea), infatti è ormai notizia diffusa che quest'anno, molto presumibilmente d'estate, uscirà per la Bonelli un Dylan Dog scritto proprio da Dario Argento, ed è di appena quattro anni fa l'autobiografia del nostro, un libro ben scritto con molti aneddoti e curiosità sulla sua vita. Ma l'evento vero e proprio è di questi giorni dato che è uscita in libreria la sua prima raccolta di racconti inediti. La raccolta contiene sei storie con sei personaggi, sei luoghi: dalla Villa dei Mostri di Bagheria al castello di Gilles de Rais, cavaliere francese che per hobby aveva quello di torturare e uccidere bambini. E fra questi luoghi diabolici, quello che Argento ha scelto per il primo racconto è proprio la galleria degli Uffizi dove il personaggio che mette in scena è proprio se stesso. Horror è un libro che si preannuncia interessante, forse una sfida per Argento, di certo un libro che ogni buon amante dell'horror deve possedere.
(15/Mar/2018)


 

Shanda'river

      IT

Dark Waters

   Martin

  L'isola

Lost Themes
   
   
 
 
 
 
 



Google
www.thefear.it - Il portale dell'horror - Sito creato nel 2008 - © Sergio Di Girolamo
info@thefear.it