THE FEAR E' ANCHE SU

10 MOMENTI ICONICI DEL CINEMA DELL'ORRORE
La prestigiosa scuola d'Arte cinematografica di Genova, SDAC (https://www.sdacmagazine.it/) e il suo direttore Alessandro Bellagamba, hanno realizzato un interessantissimo video dal titolo 10 Scene Iconiche: Cinema Horror, un video di circa 17 min che ripercorre alcuni dei momenti più intriganti di alcuni capisaldi del cinema horror. Una classifica che sicuramente troverà l'apprezzamento di noi amanti del genere, ricca di sequenze storiche e comprendente una voce narrante che condisce il video cone delle informazioni e indiscrezioni sulle pellicole presenti. Non diciamo quali sono i titoli, vi invitiamo a guardare il bel video realizzato dalla SDAC, sicuramente vi divertirete!

(16/Lug/2020)

 

L'UOMO INVISIBILE di Leigh Whannell
E' uscito a marzo in Italia la nuova pellicola di Leigh Whannel dedicata a uno dei personaggio classici del genere fantahorror creato dalla penna di H.G.Wells: l'uomo invisibile. Nel corso della storia sono state tantissime le pellicole dedicate a questo personaggio, da quelle della Universal a blockbuster spettacolari come L'uomo senza ombra di Paul Verhoeven del 2000, un mito quello del potere dell'invisibiltà che si presta a poter essere utilizzato per una miriade di possibili storie e varianti come accade in questo ultimo bellissimo film di quel genio che si chiama Leigh Whannel (sceneggiatore, attore, regista, per chi non lo conoscesse la mente che sta dietro a Sawe The Insidious).
Il film racconta la storia di Cecilia Kass, Elisabeth Moss, succube di una relazione malsana e violenta con Adrian (Oliver Jackson-Cohen), uno scienziato ricco e brillante, ma manipolatore e folle. Stanca di quel legame tossico, la donna fugge nel bel mezzo della notte. Grazie all'aiuto della sorella (Harriet Dyer), di un amico di vecchia data (Aldis Hodge) e della giovanissima figlia di quest'ultimo (Storm Reid), Cecilia riesce a far perdere completamente le sue tracce allo scienziato. Scosso dall'abbandono, l'uomo si suicida tagliandosi le vene e lascia in eredità a Cecilia una grande fortuna: 5 milioni di dollari. Ma il testamento contiene una clausola, la donna infatti riceverà l'ingente somma solo se non verrà dichiarata mentalmente disturbata. Proprio questo vincolo convince Cecilia che il suo ex le abbia riservato qualche spiacevole sorpresa e che la sua morte celi qualcosa di oscuro. Col tempo inizia a sentirsi osservata e ad avvertire una presenza in casa, tanto da convincersi che Adrian in verità non sia mai morto, ma sia semplicemente diventato invisibile...
In un crescendo di tensione e colpi di scena il film attanaglia lo spettatore alla poltrona per due ore di puro cinema. Ottima la regia di Whannel buoni anche gli effetti speciali ma grandiosa la performance dell'attrice protagonista Elisaeth Moss capace di trasportarci nei suoi deliri...

(2//Mag/2020)

 

SE SCORRE IL SANGUE di Stephen King
King torna ai racconti e lo fa nella formula tanto cara a noi fans: ovvero quattro storie per raccolta. Anche in questo caso infatti il Re ci delizia con quattro perle narrative come fatto in passato in pubblicazioni come Quattro dopo Mezzanotte. Nel primo racconto della raccolta Se scorre il sangue King ci narra le vicende di uno dei suoi personaggi più amati, la straordinaria investigatrice Holly Gibney, che con le sue capacità di percezione del paranormale abbiamo già incontrato in Mr. Mercedes e in The Outsider. Nel racconto in questione, finalmente protagonista, è chiamata in causa per indagare sulla scena di una strage: una bomba esplosa alla Albert Macready Middle School che riempie le pagine dei giornali con titoli ed immagini scioccanti non la convince del tutto.
Il telefono del signor Harrigan affronta il tema della tecnologia racchiusa in uno smartphone che lega indissolubilmente un ricco e anziano industriale ed un giovane di provincia, che si ritrovano a condividere una strana amicizia, fatta di piccole e grandi cose.
Ne La vita di Chuck ci sono tre diverse storie messe insieme per affrontare un tema complesso come quello della morte. Con un unico protagonista, King si interroga in tre differenti modalità sul senso dell'esistenza.
Ratto è l'ultimo racconto della raccolta e si concentra su un tema più volte affrontato dall'autore con i suoi fan, ovvero come vengono partorite le storie da cosa si trae l'ispirazione e vede come protagonista uno scrittore impegnato a concludere il proprio romanzo, che si ritrova in una situazione del tutto inaspettata.
Quattro racconti che ci terrano col fiato sospeso, che ci faranno divertire ma soprattutto riflsttere.


(21/Mag/2020)

 

The Lightouse

The house that
Jack built

Suspiria

Lost Themes
   
   
 
 
 
 
 



Google
 
banner 
www.thefear.it - Il portale dell'horror - Sito creato nel 2008 - © Sergio Di Girolamo
info@thefear.it