THE FEAR E' ANCHE SU

ADDIO A GEORGE A. ROMERO
La notizia della scomparsa del regista di culto George A. Romero ancora mi scuote e mi fa male come un morso sul collo di uno dei suoi zombi. Romero è certamente da annoverare tra i fondamentali autori del nostro genere preferito. Un regista capace di delineare un nuovo percorso per l'horror definito non a caso New Horror attraverso nuove idee ma soprattutto grazie alla grande invenzione di un nuovo mostro: il morto vivente o zombi che dir si voglia. Il buon George se ne andato all'età di 77 anni a causa di un tumore ai polmoni mentre era al lavoro su un nuovo film della saga. Ci lascia uno dei pilastri della cinematografia mondiale, un uomo che ha ispirato tanti autori non solo in ambito cinematografico perchè i suoi zombi sono diventati personaggi di culto a livello universale. Senza Romero non sarebbero esistiti ne Resident Evil ne The Walking Dead. Ci mancherai George!

Nei giorni seguenti realizzeremo uno speciale tutto dedicato al regista zombi. Rimanete collegati...nell'attesa potete godere della visione del suo cult inarrivabile La Notte dei Morti Viventi del 1968

(17/Lug/17)

 

THE VOID di Steven Kostanski e Jeremy Gillespie
Quando incontra un uomo ricoperto di sangue in una strada buia e isolata, un agente di polizia lo conduce nell'ospedale più vicino. In breve staff e pazienti della struttura saranno intrappolati da una minaccia terribile e sovrannaturale, e costretti a un viaggio infernale nelle profondità dell'edificio per sfuggire a quell'incubo.
Questa è la sinossi di THE VOID - IL VUOTO. Dopo essere stato presentato in prima mondiale al Fantastic Fest nel 2016 e aver preso parte a numerosi festival, il film verrà distribuito in Italia da 102 Distribution e l’uscita nelle sale cinematografiche è prevista per la fine del mese di settembre. THE VOID – IL VUOTO segna l’esordio alla regia del duo composto da Steven Kostanski e Jeremy Gillespie e vede protagonisti Ellen Wong (Scott Pilgrim vs the World), Kathleen Munroe (Alphas), Aaron Poole, Kenneth Welsh (The Aviator) e Daniel Fathers. L’uscita internazionale della pellicola ha già scatenato l’entusiasmo degli appassionati del genere e ha ricevuto nei numerosi passaggi ai festival internazionali il plauso della critica, venendo definito un horror ambizioso e capace di mescolare tradizioni cinematografiche diverse come lo slasher degli anni Settanta e lo splatter e il creature feature degli Ottanta e Novanta. THE VOID – IL VUOTO, grazie a una narrazione mozzafiato, ricca di effetti speciali e ispirata allo stile inconfondibile del maestro dell’horror John Carpenter - regista di pellicole come La Cosa e 1997 Fuga da New York che hanno segnato la storia del cinema nella seconda metà degli anni Settanta e Ottanta - si preannuncia già come uno degli horror più sconvolgenti degli ultimi tempi.
I registi hanno dichiarato: con THE VOID metteremo insieme le nostre qualità cinematografiche per creare un’esperienza horror senza precedenti, colma di elementi visivi terrificanti ed effetti speciali scioccanti. Pensata come una storia chiusa, THE VOID si svolge in un’unica location con un piccolo cast. Presenta un’incredibile gamma di sanguinosi e cruenti effetti speciali ed le mostruose creature protagoniste hanno un design da incubo. THE VOID fonde il terrore e il disgusto per i corpi deformi de LA MOSCA e LA COSA con la paura surreale di SHINING e L’ESORCISTA, inoltre evoca i toni delle opere di John Carpenter e le atmosfere dei film horror giapponesi come THE GRUDGE. Sebbene noi tutti siamo stati influenzati da questi classici dell’horror, possiamo affermare che THE VOID non sarà uno smantellamento delle vecchie figure, ma introdurrà un concetto nuovo e originale che si avvale dell’ uso di effetti speciali per le creature e di un’elevata dose di abilità nell’uso di protesi e make-up speciali - che stiamo affinando con costanza dal 2005 - per riuscire a raccontare una storia che è totalmente contemporanea.
Dopo un inizio di carriera incentrato sui corti cinematografici nel contesto collaborativo del collettivo Astron-6, Steve Kostanski e Jeremy Gillespie hanno imparato a lavorare efficientemente con risorse molto limitate e ad usare la creatività di chi li circonda per oltrepassare le limitazioni a loro imposte ed ottenere comunque risultati notevoli. Facendo uso della tecnica di animazione stop-motion, assieme all’utilizzo di schermi verdi, protesi e make-up per effetti speciali, il film MANBORG di Kostanski è stato realizzato con un budget di soli 2000$ in tre anni grazie il suo scrupoloso lavoro in prima persona, girando per il primo anno e montando e mixando per gli altri due anni successivi in un duro processo di apprendimento auto-gestito che ha accresciuto esponenzialmente le sue abilità e la comprensione del mondo degli effetti speciali. L’esperienza di Jeremy Gillespie come direttore artistico, designer grafico e compositore lo rende incredibilmente qualificato per dare vita agli elementi visivi, sonori e all’atmosfera tipici di una dimensione troppo spaventosa per essere compresa, il che, insieme alle abilità di Kostanski con gli effetti speciali, renderà THE VOID un’esperienza indimenticabile.
Con le loro esperienze di lavoro maturate sia in produzioni con grandi budget e su larga scala come PACIFIC RIM, TOTAL RECALL, i due più recenti film della saga di RESIDENT EVIL e ROBOCOP, ma anche in film con un budget minore come WRONG TURN 4LA MONTAGNA DEI FOLLI (che sono più simili come budget a ciò che ci auspichiamo per THE VOID), sia Steve che Jeremy hanno sviluppato una spiccata comprensione del valore di una grande produzione, ma allo stesso tempo dimostrano familiarità anche con i limiti ed i vantaggi del dover lavorare con un budget minore. Unendo l’attitudine estetica del cinema horror moderno tipico degli anni ’70 con l’uso di effetti speciali sofisticati tipici delle creature degli anni ’80 e primi ’90, i registi Konstanski e Gillespie evocheranno una storia terrificante caratterizzata dalla costante tensione tipica degli incubi e l’intensa claustrofobia che ritroviamo in LA COSA di John Carpenter.

(21/Lug/2017)

 

SATYROS di Giorgio Borroni
I ricordi, che erano un veleno in circolo nelle sue vene, gli gonfiarono il cuore fino a farglielo scoppiare. In quel preciso istante la campana della chiesa suonò a morto. Bastiano sentì il sangue gelarglisi a poco a poco, rintocco dopo rintocco ebbe persino l’impressione che rallentasse il flusso, coagulandosi nelle vene. Una voce nella sua testa gli urlò di andare via da lì, di infilarsi nel bar e ordinare qualsiasi cosa pur di evitare quei due, ma quando si mosse gli parve di essere stato preso a bastonate alle gambe. Questo è un piccolo assaggio del romanzo Satyros di Giorgio Borroni, un'opera dalle tinte cupe e le atmosfere retrò che piacerà ai nostalgici degli anni Ottanta. A tratti dissacrante e con delle punte splatter, Satyros è un romanzo ricco di suspence che vi terrà col fiato sospeso fino all'ultima pagina.
L’autore:
Giorgio Borroni (1977) ha conseguito il diploma in Fumetto e Scrittura Creativa alla Scuola Internazionale di Comics di Firenze. Si è laureato in Lettere Moderne a Pisa, dove ha anche insegnato traduzione in un master universitario. Ha curato le edizioni di Dracula (Barbera) e Frankenstein (Feltrinelli), ha tradotto romanzi e fumetti per Giunti, Liberamente, J-pop e BD. Come illustratore ha collaborato con alcune webzine ed è editor, oltre che sceneggiatore, per Cagliostro E-press. Ha scritto racconti horror poi diventati audiolibri distribuiti da www.ilnarratore.com.
È autore del saggio Le tre follie di Orlando per Tralerighe.

Informazioni:
Titolo: Satyros
Autore: Giorgio Borroni
Editore: È scrivere – auto pubblicazione
Formato: ebook (epub e mobi)
Lunghezza: 89 pagine
Prezzo: gratuito
Link Amazon: https://www.amazon.it/dp/B073CBDCPT/
Link Kobo: https://www.kobo.com/it/it/ebook/satyros-1
Link Google Play: https://play.google.com/store/
books/details/Giorgio_Borroni_Satyros?id=T7cpDwAAQBAJ

Collana Escrivere.com
(30/Giu/2017)


 

     31

Dellamorte Dellamore

La Terza
Madre

The Love
Witch

La storia
di Lisey

Lost Themes
   
   
 
 
 
 
 



Google
www.thefear.it - Il portale dell'horror - Sito creato nel 2008 - © Sergio Di Girolamo
info@thefear.it